Emilio Fede, scuse pubbliche alla moglie, sono stato un pessimo marito

di Fabiana 1.236 views0

Tempo di bilanci per Emilio Fede, 85 anni ed ex direttorissimo del Tg4.


Sparito dalla televisione da qualche tempo a questa parte Fede di tanto in tanto continua a rilasciare interviste e stavolta sembra essere alle prese con un bilancio della sua vita personale che appare decisamente deludente.

Per anni non ho fatto il marito per fare solo il giornalista: ho trascurato mia moglie e soltanto ora me ne rendo conto. Diana, forse, avrebbe meritato un uomo diverso affianco perché lei, credetemi, è una donna straordinaria, eroica. Da sola, ha tirato su una famiglia e davanti alle difficoltà non ha mai mollato. Per questo, le chiedo perdono. Mia moglie mi ha tenuto per mano nei momenti più turbolenti, è rimasta sempre al mio fianco.

Ha dichiarato il giornalista intervistato da Nuovo parlando del rapporto con la moglie, la giornalista e senatrice Diana De Feo cui ha deciso, finalmente di chiedere pubblicamente scusa.

Ma le autoaccuse non finiscono qui visto che Fede ammette anche di essere stato un padre totalmente assente per le sue due figlie, Sveva e Simona:

EMILIO FEDE, 8MILA EURO AL MESE NON MI BASTANO

Non mi considero bravo come padre. Sono sempre stato un padre assente e me ne dispiaccio.

E dopo aver ribadito la sua totale estraneità ai fatti nel processo che lo vede coinvolto per un presunto ricatto ai vertici Mediaset, non rinuncia nemmeno a esorcizzare la morte.

EMILIO FEDE, SONO VITTIMA DI INVIDIA

La mia giornata da pensionato è senza programmi. Mi alzo e leggo i necrologi. Se non ci sono, vado a farmi la barba.

Conclude il giornalista che qualche tempo fa aveva scatenato un polverone di polemiche lamentandosi per la pensione di 8mila euro mensili con cui farebbe fatica ad arrivare a fine mese.

photo credits| getty images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>