Selvaggia Lucarelli contro Bettarini e Clemente Russo

di Eleonora Costa 2.404 views0

La vicenda che ha visto protagonista Stefano Bettarini, impegnato a infangare l’immagine della ex moglie Simona Ventura e di molte altre donne con le quali ha avuto relazioni, ha svegliato Selvaggia Lucarelli che sui social è intervenuta con un messaggio breve ma molto chiaro.

Ecco quanto scritto da Selvaggia Lucarelli su Facebook:

È intervenuto il governo con un comunicato stampa del ministro Orlando e Mediaset si guarda bene dal cacciare Bettarini e Russo prima della diretta in prima serata così sulla faccenda, anziché intervenire prontamente, racimolerà ascolti. E vabbè. La tristezza. Tra l’altro vorrei sapere chi cazzierà i due e farà il moralizzatore, visto che l’opinionista in studio Signorini, appena qualche mese fa, appena la Ventura entró all’isola, dedicó una bella copertina all’ormai dimenticato Bettarini che ne approfittó per gettare un po’ di merda sulla moglie. Roba che nessun altro giornale cavalcó. Comunque.
Il Comunicato stampa:
Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha chiesto al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria di valutare, con verifiche del servizio ispettivo, “la conformità allo statuto deontologico del Corpo e la compatibilità con le istanze di tutela dell’immagine dell’Amministrazione penitenziaria dei recenti comportamenti del dipendente Clemente Russo, atleta in forza al gruppo sportivo delle Fiamme Azzurre, con particolare riferimento ad espressioni ingiuriose e rivelatrici di misoginia e omofobia”, spiega il ministero in una nota. Il Guardasigilli ha chiesto anche di conoscere “il giudizio del Dap sulle condotte di partecipazione del predetto alla trasmissione televisiva Grande Fratello VIP”.

La giornalista chiama in causa anche Alfonso Signorini, opinionista proprio al Grande Fratello Vip.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>