Flavio Briatore, non devo dare conto a nessuno

di Fabiana 1.433 views0

Anno nuovo, vita nuova: il nuovo Flavio Briatore apparso qualche settimana fa sui social network ha creato non poco stupore. L’imprenditore è apparso notevolmente dimagrito e con un volto più giovane tanto che tutti hanno immediatamente pensato al classico ritocchino estetico.

La moglie, Elisabetta Gregoraci, si è immediatamente precipitata a difenderlo smentendo i vari rumors, ma adesso a parlare è il diretto interessato.

Ho fatto una dieta drastica. Mettiamola così: oggi sto bene e non devo dar conto a nessuno. La società ti porta a dover giustificare qualsiasi cosa, sarò libero di rispondere come mi pare o no?

Ha spiegato Briatore nella lunga intervista concessa a Chi cercando di mettere fine alle polemiche.

Il mio dietologo, Alberto Lemme, dovrebbe frequentare meno la tv. La sua professionalità viene messa in discussione quando alcune ragazze lo attaccano per cercare popolarità. Lui è un provocatore, loro ci cascano, ma ora deve dosarsi. Direi che dovrebbe fermarsi invece di litigare con loro.

ELISABETTA GREGORACI DIFENDE FLAVIO BRIATORE DOPO IL LIFTING

Ha detto Flavio Briatore che sembra non troppo interessato a far polemica. Il cambiamento fisico però rappresenta solo un’ultima tappa della sua evoluzione: a 66 anni, Briatore sembra aver tagliato i ponti con il passato.

Ho detto addio alla Formula 1. Non scenderò più in pista in prima persona. Nella Formula 1 di adesso in pista non c’è più posto per me. Il mio è un addio definitivo. E poi lo spettacolo si è spostato nel Moto Gp. E ho detto addio anche al sogno di fare qualcosa in politica in Italia. Infine ho detto addio alla mia vecchia immagine. Oggi sto bene. Devo dare conto a qualcuno? Non credo.

Ha concluso Briatore.

photo credits|instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>