Lorella Cuccarini, Pippo Baudo ha perdonato una mia bravata a inizio carriera

di Ma.Ma. Commenta

Lorella Cuccarini è riconoscente a Pippo Baudo perché è grazie a lui che ha potuto muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo. Ma non solo perché stando alle parole della conduttrice Rai il siciliano le avrebbe anche perdonato una bravata di inzio carriera.

Lorella Cuccarini

In una intervista rilasciata a Il Fatto quotidiano, Lorella Cuccarini rinnova la sua stima a Pippo Baudo dicendo:

Senza la convention dell’Algida del febbraio 1985, per celebrare i quarant’anni della marca dei gelati, il mio percorso sarebbe stato diverso. Brian & Garrison curarono le coreografie. Io ebbi la fortuna di avere due pezzi da solista. In platea, all’Hilton, c’era Pippo Baudo. Mi vide. Mi scelse. Se non ci fossimo incontrati sarei a casa probabilmente. Pippo è stato la mia sliding door. Un maestro severo che mi tenne dentro la partita, nonostante, a due giorni dall’inizio di Fantastico sei, avessi fatto di tutto per farmi estromettere dal gioco

HEATHER PARISI, FRECCIATINA A LORELLA CUCCARINI E PIPPO BAUDO

Ma a quale bravata fa riferimento Lorella Cuccarini? Eccola spiegata:

Facemmo una festa di pre-produzione con il corpo di ballo. Mi feci accompagnare da un amico e facemmo un incidente. Una cosa piccola, a venti all’ora, contro un muretto. Tutti illesi, tranne me. Che ero rilassata e senza cintura e mi spaccai la testa sbattendola contro la nuca del guidatore. I punti di sutura, la corsa in ospedale, il sospetto di aver gettato tutto il lavoro fatto in precedenza in un istante solo. Invece Baudo mi fece una lavata di capo che non avrei più dimenticato, ma non mi cacciò. Mi perdonò: ‘Da oggi però non voglio più sentir fiatare nessuno e soprattutto non voglio più casini’. Ti prometto che non ci saranno più problemi, dissi e feci tutto Fantastico sei con i cerotti sotto il trucco e la frangetta sulla fronte. La trasmissione fece più del 50 per cento di share e improvvisamente cambiò tutto

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>