Antonella Mosetti, Aldo Montano l’ho lasciato io

di Eleonora Costa 2.572 views0

E’ un fiume in piena Antonella Mosetti, intervistata da Diva e Donna, in edicola questa settimana con il nuovo numero. La ex concorrente del Grande Fratello Vip torna a parlare della storia con Aldo Montano che, a quanto affermato, avrebbe lasciato lei stessa dopo un periodo poco felice.

Proprio parlando di Aldo Montano, Antonella Mosetti racconta:

Nessuna tragedia di corna, uomini o donne […] L’ho lasciato io. Gli uomini si fanno sempre lasciare. E’ che gli ormoni a un certo punto non bastano più in una storia. Qualcosa s’incrina e inizia il tunnel. Prima che diventasse un pozzo nero, ho deciso d’interrompere

L’intervista è anche l’occasione per parlare della figlia Asia Nuccetelli che proprio con lei ha partecipato al Grande Fratello Vip esponendosi a molte critiche.

Asia aveva subito un atto grave di bullismo da ragazze più grandi. Picchiata di brutto. Botte in testa. Quattro mesi di ospedale. Non poteva più guidare per gli attacchi di panico. Arriva a quel punto la proposta del Grande Fratello… Lo voglio fre per te, le dissi. Testimoniare l’esempio di una mamma giovane che cresce una figlia, solo venti anni di differenza, con tutti i problemi ma anche le magnifiche implicazioni del caso

La ventenne è stata criticata per essere ricorsa con troppa frequenza al bisturi. Antonella Mosetti dice:

L’ho sempre bloccata su queste sue fantasie. A sedici anni, con le sue amichette, c’era questa emulazione verso i modelli televisivi, le veline. L’ho portata anche da uno psicologo. Non c’è stato verso… Una notte mi sono presa le sue foto e ho pensato a mia figlia come a una fan che mi chiede aiuto. Aveva questa gobbetta sul naso, non usciva più di casa. Appena maggiorenne, mi va magari da un chirurgo orrendo che me la rovina, ho pensato. Ho preso il miglior chirurgo che c’è in Italia, a Verona… L’ho strapagato. L’unico vero intervento estetico, poi solo qualche punturina di acido ialuronico, piccole cose

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>