Valeria Solarino non vuole sposarsi

di Fabiana Commenta

L’attrice italiana, legata al regista Giovanni Veronesi, spiega perché non crede nel matrimonio

Sguardo intenso e capelli scuri, Valeria Solarino è indiscutibilmente una delle più belle attrici del cinema italiano. Legata da nove anni al regista Giovanni Veronesi, Valeria, poco amante della mondanità e del gossip, ha finalmente rivelato qualcosa in più sulla sua vita sentimentale raccontandosi alla rivista A.

L’attrice, 31 anni, non è affatto una mangiatrice di uomini e si definisce un tipo molto fedele: racconta di credere in una relazione duratura e che Veronesi è il suo secondo amore, dopo il primo, un compagno di scuola cui è stata legata per molti anni. L’occasione è giusta anche per scagliarsi contro tutte coloro che si mettono in mostra dichiarando ai quattro venti il numero degli amanti o i dettagli della propria vita sessuale (leggi Sara Tommasi o Melissa Satta).

Nonostante la sua relazione con Veronesi vada a gonfie vele, Valeria non crede assolutamente nel matrimonio e non vorrebbe mai sposarsi: è convinta che in molti facciano questo passo solo per fare una bella festa, ma lei ha le idee chiare forse anche perché figlia di genitori separati.

Ancor più convinta la sua posizione sui figli: certo i figli li vorrebbe, ma al momento non sono una sua priorità, c’è ancora tempo anche perché l’attrice crede che mettere al mondo un figlio significhi dotarlo di una propria indipendenza, affascinata dal fatto che forse la cosa più bella di avere un figlio è di vederlo andare via e conquistare la propria vita.

L’attrice, consapevole della propria bellezza anche se si vede qualche difetto fisico, si definisce atea e un po’ troppo rigorosa di carattere, è recentemente tornata anche al suo primo amore, il teatro, dopo il successo ottenuto con il cinema.

Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>