Vanna Marchi fa la barista in un locale di Milano

di Maris Matteucci Commenta

La teleimbonitrice Vanna Marchi lavora in un bar vicino alla stazione di Milano

Vi ricordate di Vanna Marchi, l’imbonitrice televisiva condannata a undici anni di reclusione per truffa? Bene, dopo un periodo di buona condotta l’esuberante (?) Vanna è riuscita ad ottenere un lavoro fuori dal carcere che le permetterà di passare qualche ora all’aperto e non dietro le sbarre.



Adesso Vanna fa la barista in un locale di Milano, la Malmaison, che appartiene al fidanzato della figlia Stefania, anche lei arrestata a suo tempo insieme alla madre ma da un anno ai domiciliari. Vanna Marchi adesso fa caffè e cappuccini perché dal carcere le hanno concesso la semilibertà: può rimanere fuori a lavorare dalle 9 del mattino alle 22 ma la sera dovrà poi tornare in carcere a dormire. La donna è stata condannata a undici anni e sei mesi ma visto il comportamento irreprensibile che ha messo in atto da quando è stata trasportata in carcere per lei i tempi di reclusione si sono accorciati.

Nella prima giornata di lavoro come barista Vanna Marchi è stata assistita dal suo avvocato che ha così impedito che la teleimbonitrice potesse essere presa di mira da clienti e passanti. Lo stesso avvocato ha poi precisato che la sua assistita è seriamente pentita per tutto quello che ha fatto in passato e che adesso è profondamente cambiata e pronta a ricominciare (alla veneranda età, aggiungiamo noi, di 70 anni).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>