William e Kate cercano una (super) tata per il bebè

di Fabiana Commenta

La coppia reale ha pubblicato un annuncio per la tata del bebé: 37 ore di lavoro settimanali e molte mansioni, ma nessun accenno allo stipendio

E meno male che avevano detto che avrebbero fatto a meno dell’aiuto di una tata. Evidentemente il principe William e la consorte Kate Middleton ci hanno ripensato e anche con una certa rapidità: la coppia, in attesa del loro primo bebè, aveva pubblicamente dichiarato che avrebbe fatto a meno di una tata. Sarà stata forse l’emozione della prima ora a lasciar loro immaginare di rompere la tradizione e riuscire a occuparsi da soli del bambino.

A distanza di poche settimane poi il senso della realtà deve aver preso il sopravvento: adesso William e Kate hanno decido di mettersi a cercare una tata per il bebè e con largo anticipo visto che nascerà solo in estate.

Evidentemente non vogliono farsi trovare impreparati al grande evento tanto da aver già pubblicato sui magazine inglese un annuncio di lavoro un po’ particolare che ha destato l’interesse dei media. William e Kate hanno le idee chiare anche perché sembrerebbero essere alla ricerca di non una tata, ma di una super tata, quasi una governante, viste e considerate le innumerevoli mansioni richieste.

L’orario di lavoro richiesto è di 37 ore settimanali nelle quali la tata dovrà badare al piccolo, pulire tutte le stanze di Kensington Palace (dove la coppia si trasferirà a breve), lavare e stirare, tenere in ordine il nutrito guardaroba del principe, portare fuori il cane e pulire l’argenteria (quanta sarà quella di una coppia reale?).

KATE MIDDLETON PRIMA USCITA PUBBLICA DOPO L’ANNUNCIO DELLA GRAVIDANZA

Dovrà avere la patente di guida oltre ovviamente ad essere leale, affidabile ed estremamente discreta. Nulla di più? Quel che viene omesso nell’annuncio è lo stipendio: forse non sarà stato elegante scriverlo e solo chi riuscirà ad ottenere un colloquio potrà rendersi conto di quanto William e Kate sono disposti a pagare. Per adesso pare che già 15 persone abbiano inviato la loro candidatura…



Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>