Elisabetta Gregoraci vuole aspettare un anno prima di avere un altro figlio

di Fabiana Commenta

La showgirl rivela il suo desiderio di trasferirsi in Kenya con la famiglia

Sì, no, forse. Da qualche mese a questa parte Elisabetta Gregoraci, sposata con Flavio Briatore, continua a monopolizzare il gossip non solo per le voci legate a una presunta crisi con il marito, ma anche per un’eventuale seconda gravidanza. Elisabetta e Briatore sono sposati dal 2008 e hanno un figlio, Nathan Falco, ma spesso è stato chiesto alla showgirl calabrese se avesse intenzione di allargare la famiglia.

Elisabetta, di recente tornata sugli schermi italiani in veste di conduttrice della trasmissione Made in Sud, aveva smentito di recente le voci della sua gravidanza, ma l’intenzione di avere un altro figlio rientra nei suoi progetti anche se non per il momento. Elisabetta spiega che adesso vuole continuare a godersi il piccolo Nathan Falco, ma che l’idea di un altro figlio non è neppure così remota: insieme al marito ha deciso di aspettare almeno un altro anno prima di regalare al loro primogenito un fratellino o una sorellina.

Anche l’idea di trasferirsi in Kenya non sembra essere così assurda: Elisabetta, Flavio e Nathan trascorrono dei lunghi periodi in Africa, ovviamente nel loro lussuosissimo resort. Un luogo che Nathan ama moltissimo per i grandi spazi, gli animali e il senso di libertà. E chissà che dopo Londra, Milano e Roma, Elisabetta e Flavio non decidano di accontentare davvero Nathan e di trasferirsi definitivamente in Africa…

Elisabetta Gregoraci non vuole un altro figlio

Per adesso Elisabetta però continua a fare shopping a Roma dove viene fotografata sempre più spesso. In forma smagliante, la signora Gregoraci sembra avere un’innata predilezione per lo shopping sfrenato come confermano le ultime paparazzate…

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>