Le cause che hanno portato alla morte della celebre Raffaella Carrà

di Gio Tuzzi 1.161 views0

Quest’oggi ci sarà l’ultimo saluto a Raffaella Carrà, con i funerali che si svolgeranno alle ore 12 presso la chiesa di Santa Maria in Aria Coeli, che affaccia sul Campidoglio.

Dopo giorni in cui tutti sono rimasti scioccati dalla notizia della morte della celebre Raffaella Carrà, ecco che sono emersi i primi dettagli sulle cause che hanno portato a tale decesso. E’ stato nel dettaglio il dottor Giovanni Mangiaracina, dell’Università della Sapienza di Roma, a spiegare a Radio Cusano Campus cos’abbia causato la morte dell’inimitabile ed unica Raffaella Carrà.

La causa della morte di Raffaella Carrà

Un tumore ai polmoni, detto in gergo medico carcinoma polmonare, ha provocato il decesso della Carrà e si tratta dello stesso genere che anni prima aveva causato la morte della madre della famosa Raffaella. Nessuno era a conoscenza di questa patologia perché la Carrà aveva deciso di mantenere il segreto più assoluto sulle sue condizioni di salute, non voleva rovinare il ricordo che la gente comune, in tutti questi anni, ha avuto di lei.

Chiaramente, stando a quanto rivelato dal dottor Mangiaracina, c’è stata una predisposizione genetica di tale malattia, solo che la mamma di Raffaella Carrà è morta all’età di 63 anni. Ad aggravare ancor di più lo stato di salute del mito assoluto della televisione italiana è stato anche il fumo.

E’ vero che la predisposizione genetica ha una valenza importante su questo tumore ai polmoni, ma Raffaella Carrà era una fumatrice e questa condizione ha velocizzato la proliferazione delle metastasi. Secondo Mangiaracina la Carrà se non avesse mai fumato, avrebbe avuto davanti a sé ancora un’altra decina di anni da vivere. I polmoni della donna sono più piccoli rispetto a quello degli uomini e gli effetti negativi, nel corpo minuto dell’eterna Raffaella, si sono praticamente triplicati.

Gli ultimi istanti di vita di Raffaella Carrà

Un mito assoluto della nostra televisione che ha deciso di lasciare un ricordo intatto della sua persona, mostrando solo il suo lato migliore e mettendo da parte le sue incredibili sofferenze. Gli ultimi istanti di vita di Raffaella Carrà non sono stati di certo semplicissimi, è stata prima ricoverata all’ospedale Gemelli di Roma per poi ritrovarsi nella Clinica Villa del Rosario di Roma dove poi è deceduta.

Al suo fianco c’erano pochi intimi, solo le persone che erano a conoscenza della sua malattia, con l’immancabile Sergio Japino che non l’ha mai abbandonata. Raffaella Carrà non voleva mostrarsi sofferente davanti alle persone che in questi anni l’hanno sempre amata ed apprezzata, è riuscita a mantenere il massimo riserbo sulla sua malattia, lasciando tutti senza parole quando è volata via.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>