Selvaggia Lucarelli difende la figlia di Bonolis, insultata sui social

di Eleonora Costa 587 views0

La polemica che nei giorni scorso ha coinvolto la figlia di Paolo Bonolis, infiltrata nel backstage del concerto degli One Direction grazie al fatto che sia appunto la figlia di una persona famosa, ha mandato su tutte le furie Selvaggia Lucarelli. La figlia di Paolo Bonolis, che peraltro a quanto si è capito ha problemi di salute, è stata insultata sui social da orde di ragazzine inferocite perché lei, grazie a conoscenze e spinte varie, è riuscita a farsi una foto con la famosa band inglese.

Ma le offese non sono andate giù a Selvaggia Lucarelli che, con un lungo post su Facebook, ha preso le difese della figlia di Bonolis. Di seguito uno stralcio di quanto scritto sul suo profilo dalla blogger giornalista.

A proposito della figlia di Bonolis insultata perché lei è riuscita a fare una foto con gli One direction e le altre che sono figlie di macellai e tranvieri no, voglio dire una cosa. Il fatto che sia una bambina con problemi di salute è per me una questione marginale, anche se ovviamente questo accresce la figura di merda di chi si è accanito su una ragazzina felice […] E non dovete rompere le palle, ragazzine e madri frustrate e cattive che non siete altro, perchè lo fareste anche voi. Vorrei vedere se foste figlie del poliziotto o del discografico o dell’addetto stampa o del road manager se non chiedereste anche voi un bel favore a papà. Se vi impuntereste e direste: no, faccio la fila come le altre. Come no. Voi non insultate perché odiate i privilegi, ma perché non ne potete goderne voi in quel momento. Privilegi tra l’altro, che non tolgono nulla a nessuno. E mie care bimbeminkia, fossi vostra madre e beccassi un vostro messaggio di insulti alla figlia di Bonolis o a quella della schifosa, non solo non vedreste gli One Direction ma neanche la luce del sole per un bel mesetto.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>