Cristina Del Basso contro il padre di suo figlio: Millantatore

di Eleonora Costa 369 views0

Cristina Del Basso ha da poco partorito il primogenito Riccardo ma si appresta a vivere questi primi mesi da mamma da single visto che è finito il rapporto con il compagno, l’imprenditore Gianluca Colombo Ferioli. La ex concorrente del Grande Fratello non nasconde la sua amarezza per avere creduto a uomini che si sono poi rivelati millantatori (e nel calderone c’è appunto anche il padre di suo figlio).

Triste per come è andata a finire la sua storia, Cristina Del Basso affida al suo blog il suo sfogo.

Sono una romantica, una sognatrice alla ricerca del suo posto nella favola della sua vita. Ho perso amicizie, lavori, opportunità. L’amore nella mia esistenza è sempre stato una base, uno scopo, una necessità. Ho creduto ai due cuori e una capanna, ai millantatori, al bastiamo a noi stessi, a quelli che credevano di poter essere sostituiti dal loro portafoglio, a uomini innamorati del proprio ego, non ho creduto a chi forse lo era di me e ho perso un mucchio di tempo con chi rimandava

CRISTINA DEL BASSO COMMENTA LA SUA MATERNITÀ

Per fortuna la nascita del primogenito Riccardo sta rendendo meno triste la separazione dall’ex compagno:

La mia esistenza e lo spazio si sono fermati al nome Riccardo. Lui è così bello, così perfetto, così buono, così dolce che vorrei che la magia dei nostri abbracci durasse per sempre. È mai possibile che in un abbraccio ci possa essere così tanto amore? Da quel primo novembre la vita si è fermata, eclissata in una bolla di notti insonni, rigurgiti, sorrisi, coliche, abbracci, caccole intrappolate, respiri, baci, pannolini, occhi negli occhi, stupore, ansia, soddisfazione, novità, felicità, lacrime, sorrisi. Di quell’odore della terra quando viene bagnata dall’acqua. Profumo di vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>