Raffaella Fico, Pia deve vivere come la figlia di un calciatore

di Ma.Ma. 194 views0

“Pia deve vivere come la figlia di un calciatore e non deve subire complessi di inferiorità verso i figli di altri giocatori“. E’ questo il pensiero di Raffaella Fico che da poco ha potuto esultare per i risultati del test del dna che hanno confermato quello che lei sosteneva da mesi: Mario Balotelli è il vero padre della bambina messa al mondo dalla napoletana ormai un anno fa.

Ma a fare discutere sono le dichiarazioni rilasciate da Raffaella Fico al settimanale Diva e donna che esce in edicola oggi con una lunga intervista alla ex di Mario Balotelli. Che a pochi giorni dalla notizia ufficiale passa subito all’attacco specificando che sua figlia ha tutto il diritto di vivere come la figlia di un calciatore. Che, sottointeso, vuol dire con tutti i privilegi che la figlia di un calciatore deve avere.

RAFFAELLA FICO COMMENTA LA PATERNITÀ DI BALOTELLI A DOMENICA LIVE

Poi Raffaella Fico dirà che i soldi non le sono mai interessati – lo ha ripetuto una marea di volte da quando ha annunciato la sua gravidanza – ma certamente queste dichiarazioni non le fanno onore e anzi, dimostrano che Raffaella Fico all’aspetto economico tiene eccome. Con l’ex Mario Balotelli c’è in corso una causa civile e dunque il futuro della piccola Pia è tutto da delineare. Da parte sua, anche domenica ai microfoni di Domenica Live, intervistata da Barbara D’Urso, Raffaella Fico ha detto di essere disposta a portare la bambina anche a Milano, se Mario Balotelli lo vorrà.

L’attaccante rossonero ha fatto sapere di non volere partecipare ad alcuna trasmissione televisiva perché la faccenda relativa alla paternità di Pia è strettamente privata e perché il suo lavoro si svolge su un campo di calcio. Di tutt’altro parere Raffaella Fico che ha già fatto capolino in televisione e sui giornali.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>