Frank Matano, a Italia’s Got Talent siamo tutti amici

di Eleonora Costa 571 views0

Anche quest’anno Italia’s Got Talent ha ottenuto buoni ascolti di pubblico e tra i giudici Frank Matano si è distinto per sagacia e simpatia. Il napoletano dice di essere diventato amico dei colleghi di avventura, ovvero Luciana Littizzetto, Claudio Bisio e Nina Zilli.

A Blogo, Frank Matano racconta:

Quest’anno siamo diventati davvero amici. Ho trovato il modo per stare più tranquillo: è molto più semplice fare un programma televisivo quando sei amico delle persone con cui lavori. […] Noi ci divertiamo. Ho una forma di rispetto così grande nei confronti delle persone che mi stanno accanto che forse non avrei neppure il coraggio di litigarci. Li tratto con rispetto. Loro, invece, si divertono talmente tanto che non si crea l’occasione per litigare

FRANK MATANO, MI SONO FIDANZATO CON UNA FAN

L’appellativo di giudice cazzone che gli è stato attribuito di certo non lo sconvolge, anzi. Frank Matano dimostra anche una certa soddisfazione in proposito.

Sono così anche nella vita. La leggerezza e il non prendersi troppo sul serio mi hanno aiutato nella vita, così cerco di portare questa mia filosofia in tutto quello che faccio. […] Questo programma è una delle cose più belle che mi siano capitate nella mia vita. Non so come sia successo, però sono contento di questo gradimento. Io provo ad essere me stesso anche se davanti alla telecamera, spesso si tende ad indossare una maschera per tutelarsi. […] Cerco di non pensare al ruolo. Non mi definisco un giudice perché è una parola che mi è molto lontana. Mi definisco uno spettatore entusiasta e partecipativo, dico la mia opinione. La figata della giuria del nostro programma sono i punti di vista sempre diversi, magari è interessante anche sentire quelli di un ragazzo di 27 anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>