Maria De Filippi, da giovane ero presuntuosa e troppo convinta

di Ma.Ma. 108 views0

In occasione dei suoi 52 anni (auguri!), Maria De Filippi si è raccontata in una lunga intervista per Il fatto quotidiano. La popolarissima conduttrice di canale 5 ha parlato di tutto un po’, compreso il periodo nel quale si è sentita a lunghi tratti presuntuosa e invincibile. Periodo al quale è seguito il flop di un programma tutto suo, Missione Impossibile, che l’ha fatta tornare in tempi rapidi con i piedi per terra.

Maria De Filippi, insomma, ammette di avere commesso alcuni errori in passato e fa mea culpa, oggi che invece si sente una donna senza dubbio più ponderata. “Nel 1998 ero in un momento di presunzione assoluta“, ammette la conduttrice Mediaset. La spiegazione era da ritrovare nei successi che Maria De Filippi aveva incontrato al timone di Amici (il programma che di fatto l’ha lanciata) e Amici di sera. “Ero talmente convinta di me stessa che volevo a tutti i costi una trasmissione tutta mia: così inventai Missione Impossibile“. Che però fu un mezzo buco nell’acqua perché riuscì a raggiungere appena il 13% di share.

La conduttrice ammette che ai tempi per lei fu un duro colpo, difficile da accettare per una che si sentiva già arrivata: “Ci vollero giorni interi per realizzare che aveva commesso una sciocchezza, perché io in quel periodo mi sentivo bravissima, con la scienza infusa, tanto da pensare di poter fare a meno di autori collaudati“. Un errore che però è servito alla conduttrice, che da quel momento in poi ha valutato meglio le sue capacità in ambito lavorativo.

Nonostante qualche errorino in passato, infatti, Maria De Filippi rimane uno dei personaggi più forti di Mediaset. E non solo per il matrimonio con Maurizio Costanzo, ma perché la gente approva il suo modo di fare sobrio e imparziale, che tanti conduttori/trici non hanno.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>