Belen Rodriguez, il successo non mi ha dato alla testa

di Gianni Puglisi 160 views0

E’ bella, ricca, giovane e di successo eppure Belen Rodriguez, perché di lei stiamo parlando, dice di sentirsi una donna normale che lotta ogni giorno per la sua normalità e che è sempre uguale alla Belen di dieci anni fa, quindi sconosciuta. Ai microfoni de La vita in diretta, la showgirl argentina dice che è molto facile, quando si è famosi, perdere la testa. Ma non è il suo caso: “Io, pur essendo molto popolare, sono con i piedi ben saldi a terra“.

Insomma il successo non le avrebbe dato alla testa anche se Belen Rodriguez, a oggi, è uno dei personaggi più chiacchierati in Italia. Tutti la conoscono e se anche non ne seguono le “gesta” comunque hanno sentito parlare di lei. Il gossip non le dà pace e tutto quello che fa Belen Rodriguez è degno di essere riportato. Insomma una vita costantemente sotto i riflettori.

BELEN RODRIGUEZ, LE 5 FOTO PIU’ SEXY PUBBLICATE DALL’ARGENTINA NELL’ULTIMO MESE

Tanto che non molto tempo fa, Belen Rodriguez aveva rilasciato una intervista nella quale diceva di sentirsi vittima del suo personaggio e stanca di non potersi godere la serenità di una passeggiata in giro per il centro di Milano senza essere inseguita dai paparazzi. Il lato brutto dell’essere popolari, insomma.

BELEN RODRIGUEZ IN BIKINI, TUTTE LE FOTO DELLO SHOOTING IN BRASILE

La showgirl ha detto di essere diventata molto social proprio nel tentativo di scoraggiare i paparazzi. Pubblicando lei stessa foto su Instagram, Facebook e Twitter, però, ha ottenuto esattamente l’effetto contrario ovvero quello di aumentare inevitabilmente la sua popolarità (basti pensare che Belen su Facebook è seguita da più di 3 milioni di fan, numeri da capogiro).

Tutto questo successo, però, non le ha dato alla testa, così lei dice. “Io sono legata ai valori veri, come quello della famiglia. Ma è molto facile perdere la testa quando si è travolti dal successo“.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>