Ambra Angiolini parla della crisi (presunta) con Francesco Renga

di Maris Matteucci Commenta

Ambra Angiolini si racconta al settimanale A al quale nega la crisi con Francesco Renga

Ambra Angiolini torna a parlare della crisi (presunta) con il compagno Francesco Renga, padre dei suoi due figli Jolanda e Leonardo.

E al settimanale A, l’attrice romana racconta di essere passata per la prima volta nella sua vita alle vie legali contro il settimanale che, la scorsa settimana, ha messo in giro una notizia infondata circa una crisi tra lei e il compagno.


Il settimanale in questione è Gente che, dando la notizia della crisi Angiolini-Renga, aveva anche aggiunto che la coppia si era già rivolta all’avvocato per ufficializzare la separazione. Una cosa che ha mandato in bestia la ex lolita di Non è la Rai che, per salvaguardare la tranquillità dei suoi due bambini, ha deciso di passare al contrattacco.

AMBRA ANGIOLINI NEGA LA CRISI CON FRANCESCO RENGA (E QUERELA GENTE)

Tra me e Francesco Renga c’è un legame solido e forte – ha raccontato Ambra Angiolini al settimanale A che da oggi è in edicola con il nuovo numero – dunque quel che è uscito è un falso scoop spazzatura“. L’attrice poi si dichiara ferita ma non tanto per la notizia in se e per se (già in passato si era spesso vociferato di una crisi Renga-Angiolini) quanto per il fatto che si sono aggiunti particolari ad una vicenda che già era falsa (appunto la storia del ricorso all’avvocato per ufficializzare la separazione).

Da sempre restìa al gossip e a tutto quello che è di contorno alla sua professione, Ambra Angiolini si era dovuta arrendere circa un anno e mezzo fa quando era stata paparazzata in teneri atteggiamenti con Pier Giorgio Bellocchio ed il gossip per ovvie ragioni non le aveva dato tregua. In quella occasione la romana si definì “disgustata da tutta quella situazione“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>