Andrea Casiraghi resta senza patente per cinque mesi

di Fabiana Commenta

Il primogenito di Caroline di Monaco è stato fermato dalla polizia francese mentre sfrecciava a 200 km all’ora in autostrada

Patente ritirata per Andrea Casiraghi. L’affascinante giovane rampollo dei reali monegaschi è stato fermato dalla polizia francese sull’autostrada mentre sfrecciava sull’autostrada a 200 chilometri orari.

Un po’ troppi anche per lui che è stato fermato fra Chalon e Macon a bordo della sua Audi A6: un vero e proprio bolide che ha spinto il principe a schiacciare molto più del necessario e del consentito l’acceleratore.

Il limite autostradale, pari a 130 chilometri l’ora è stato addirittura superato di 70 chilometri e la corsa non è passata inosservata agli agenti di polizia.

Multa, patente ritirata per cinque mesi e sequestro immediato del veicolo: Casiraghi ha dovuto suo malgrado completare il viaggio in treno.
E proprio nel periodo di Natale: non sarà molto contente la sua storica fidanzata, Tatiana Santo Domingo che dovrà prendere la sua auto e portare a spasso il principe o in alternativa affidarsi allo chauffeur.  

C’è da dire che l’eccesso di velocità sembra essere un vizio cui sembrano essere particolarmente affezionati i vip, da Mario Balotelli alla top Gisele Bundchen, che si sono sono visti ritirare la patente.

Andrea Casiraghi, nato l’8 giugno 1984, attualmente vive a New York dopo la laurea conseguita nel 2007. È il primo dei tre figli della principessa Caroline di Monaco e del secondo marito, Stefano Casiraghi tragicamente scomparso in un incidente durante una gara di campionato di offshore nel 1990.

Fratello di Pierre e Charlotte è secondo alla linea di successione al trono. Il giovane rampollo, sempre più bello era stato fotografato qualche giorno fa mentre faceva shopping a Milano e nel 2008 è stato inserito nella classifica di Forbes fra i reali più affascinanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>