Giuliano Giuliani commenta l’ultima stagione di Uomini e Donne

di Ma.Ma. 49 views0

Giuliano Giuliani quest’anno è stato eslcuso da Uomini e Donne, silurato (si può dire) da Maria De Filippi che a un certo punto ha trovato inopportuna la sua presenza nel programma di Canale 5. Il cavaliere non si è mai rassegnato e oggi, dopo la fine della stagione, commenta l’andamento della trasmissione dedicata ai cuori solitari.

L’intervista di Giuliano Giuliani viene raccolta da Isa&Chia:

Gli anziani hanno allietato le varie puntate ma è mancato umorismo, divertimento ed il carisma di alcuni senatori che sono stati contestati e di conseguenza sono usciti di scena. Dopo una rapida riflessione vi dico subito che mi è rimasta ancora impressa la scomparsa di Giuseppe Grieco, grande persona, il suo viso scavato, sorridente e quella di Rosetta Lussignoli, un mito

UOMINI E DONNE, GIULIANO GIULIANI VS ALBA: DIVA CON LABBRA A CANOTTO SENZA ARTE NÉ PARTE

Poi Giuliano Giuliani commenta anche la sua sparizione da Uomini e Donne:

Per quanto riguarda me io sono sparito perché non mi chiamo Giorgio Manetti (quante donne sono passate per lui) ma un plauso va alla redazione che non mi ha mai lasciato solo nei momenti di comprensibile scoramento. Dopo il mio abbandono la stampa si è scatenata con interviste su 5 settimanali, ho ricevuto tanti tanti messaggi in cui mi si chiedevano spiegazioni circa il mio abbandono e il centralino di Uomini e Donne è stato intasato da continue telefonate di italiani che volevano sapere se ero andato in Afghanistan. Scherzi a parte, uno svitato come me con la faccia di gomma non è facile da trovare, una mente piena di effetti speciali ma con tanta voglia di trovare una compagna, di trovare l’amore in un salotto dove tante donne sono finte e vogliono ben altro… sì, questo sono io

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>