Grande Fratello 13, Leonardo Tumiotto: ho le prove che il televoto è irregolare

di Ma.Ma. 70 views0

Leonardo Tumiotto è scatenato contro il Grande Fratello 13 e da quando il reality è cominciato l’ex nuotatore non ha fatto altro che parlarne malissimo. Prima la querelle a distanza con la ex fidanzata Chicca, quindi le polemiche con Luxuria, adesso un post su facebook che getta ombre sulla regolarità del televoto. Leonardo Tumiotto dice di essersi messo in moto per reperire prove che confermerebbero che sul televoto del Grande Fratello 13 non ci sarebbe alcun controllo.

Il post, pubblicato sau Facebook, ha ovviamente infiammato il gossip. Leonardo Tumiotto scrive:

Centralinista: Non c’è nessun controllo sul televoto del Grande Fratello. Prenda esempio da Amici, dove durante la fase del serale c’è possibilità di votare. C’è un rappresentante del Codacons a sostegno dei consumatori che garantisce la regolarità del televoto. Stessa cosa accade anche con i giochi di Rai1 come quello dei pacchi (Affari tuoi, ndb). Il Grande Fratello, invece, è chiuso. Non hanno dato la possibilità di entrare a nessuna associazione di consumatori nonostante le numerose richieste. Se vuole sapere qualcosa di più sulla trasparenza deve chiamare direttamente loro.

Tumiotto: Ma è una cosa grave…

Centralinista: Sì certo, noi raccogliamo le varie segnalazioni ma a parte presentare una diffida non possiamo fare altro. Siccome l’interesse è poco e riceviamo poche telefonate in merito, la diffida è caduta un po’ nel vuoto.

Insomma Leonardo Tumiotto non sembra avere la minima intenzione di gettare l’ancora e chiudere la polemica con il Grande Fratello 13 che anzi, sembra destinata a contunuare ancora un bel po’. Chissà se la conduttrice Alessia Marcuzzi, in occasione della diretta del lunedì sera, dirà qualcosa in proposito…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>