Matrimonio George Clooney, è bufera tra Chi e Vanity Fair per l’esclusiva delle foto

di Gianni Puglisi 185 views0

Il matrimonio tra George Clooney e Amal Alamuddin è stato celebrato ma la tanto attesa unione fa ancora parlare. Il motivo? La guerra a distanza tra due settimanali, ovvero Vanity Fair e Chi, che si contendono l’esclusiva delle foto. La rivista diretta da Alfonso Signorini (Chi) ha annunciato scatti esclusivi del matrimonio Clooney-Alamuddin scatenando la rabbia del direttore di Vanity Fair, Luca Dini, che ha accusato i concorrenti di avere fatto un fotomontaggio.

In poche parole il settimanale Chi avrebbe annunciato le foto esclusive del matrimonio di Clooney prendendo una vecchia foto dell’attore insieme alla neo moglie e ritoccandola come se fosse stata scattata nel giorno del matrimonio. Poi, annunciando la cover, avrebbe scritto: Edizione straordinaria, tutte le foto più belle di George e Amal sposi. Una mossa scorretta, secondo il direttore di Vanity Fair, che su Twitter avrebbe accusato pubblicamente la rivista concorrente:

Brutto torcicollo Mr e Mrs #Clooney: 20 giorni (e un matrimonio) dopo, la stessa posizione, bicchieri compresi

La foto pubblicata da Chi, secondo Luca Dini, sarebbe una foto di venti giorni fa ritoccata da qualcuno. Ma la rivista Vanity Fair con tutti i suoi addetti ai lavori avrebbe smascherato il settimanale di Alfonso Signorini proponendo il confronto tra la vecchia foto e quella nuova ritoccata. Per il momento nessuno, nella redazione di Chi, è intervenuto sulla vicenda che è destinata a tenere banco ancora per qualche giorno. D’altronde il matrimonio di George Clooney fa notizia ed è normale che tutti facciano a gara per accaparrarsi quanti più lettori possibili…

Photo Credits | Getty Images

Commenti (0)

  1. Veramente signorini ha mandato una mail a dagospia confermando il fotomontaggio, dicendosi contento di aver risparmiato un sacco di soldi per l’esclusiva. (Non si é neanche degnato di scusarsi con chi compra il suo giornale per la presa in giro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>