Nozze Clooney-Alamuddin, valanghe di critiche dall’Inghilterra

di Emma 97 views0

Nozze da favola per la coppia George Clooney-Amal Alamuddin che si è sposata lo scorso weekend a Venezia con una cerimonia sontuosa alla presenza di vip e celebrities.

Ma dall’Inghilterra arrivano una valanga di critiche per quelle che sono state definite come vere e proprie nozze trash.

A liquidare le nozze come una “gigantesca burinata” dalle pagine del Daily Mail è stata la giornalista Natalia Naish, la stessa che aveva definito la bella Amal Alamuddin “l’avvocato più sexy di Londra” forse portandola proprio all’attenzione di George Clooney.

A distanza di qualche tempo però la Naish è pronta a rivedere il suo giudizio sulla neo sposa, paladina dei diritti umani (almeno fino a qualche tempo fa).

Amal si butta nella sua fama nuova di zecca come un’anatra all’acqua, radiante, mentre si pavoneggia nei suoi abiti firmati sorprendentemente corti.
Ha scritto la Naish.

MATRIMONIO GEORGE CLOONEY-AMAL ALAMUDDIN, È BUFERA SULL’ESCLUSIVA DELLE FOTO

I fiumi di tequila, le sfilate di abiti firmati di Amal, le imbarcazioni delle celebrità compiaciute, il tutto al modico prezzo di poco più di 10 milioni di euro, e tutto inizia a sembrare leggermente anomalo.

Ha detto la Naish che ha criticato le nozze fin troppo studiate nei minimi dettagli, prevedibili e stucchevoli. Insomma una vera e propria pacchianata che non aveva nulla da invidiare alle nozze fiorentina della coppia Kim Kardashian-Kanye West liquidate pochi mesi fa come nozze da parvenu per l’ostentazione del lusso. George Clooney ha fatto esattamente lo stesso, ma resta da chiedersi come un mega party del genere si sia potuto conciliare con l’attore che detesta i tabloid e tiene alla sua privacy. Almeno fino ad ora anche se le cose stanno per cambiare perché la corsa al Senato americano sta per cominciare.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>