Barbara D’Urso, sono io la vera leader di Pomeriggio 5

di Gianni Puglisi 198 views0

La presunzione non le manca di certo, ma va detto anche che i numeri sono dalla sua parte. Barbara D’Urso rilascia una dichiarazione nella quale pecca forse di poca umiltà ma in effetti la conduttrice napoletana continua a infilare un successo lavorativo dopo l’altro e in televisione, si sa, sono i dati di ascolto che contano.

Non importa, dunque, che Barbara D’Urso venga criticata ogni tre per due e se su internet si moltiplichino le pagine facebook che le danno contro e che la giudicano una persona falsa e disposta a tutto pur di fare audience: la napoletana scrive su facebook sottolineando il continuo successo di Pomeriggio 5 e si auto-proclama leader incontrastata del programma pomeridiano di Mediaset che conduce ogni giorno, da lunedì al venerdì.

BARBARA D’URSO, GAMBE AL VENTO SU INSTAGRAM – FOTO

Il successo è frutto anche del nuovo arrivato Davide Toaff, autore che dalla Rai è passato a canale 5 con molte idee che hanno fruttato un bel po’ di ascolti, ma Barbara D’Urso vuole prendersi la parte che le spetta: “Toaff ha portato compattezza, è un cavallo di razza – scrive Barbarella – ma va anche detto che lui è entrato in una squadra forte, che già si muoveva a memoria e dove io faccio da leader empatico“.

BARBARA D’URSO SENZA TRUCCO, FOTO SU INSTAGRAM

Una bella dose di autostima per la D’Urso che sa di non poter essere smentita visto che i suoi programmi (non solo Pomeriggio 5 ma anche Domenica Live) continuano a essere tra i più seguiti. E allora come darle contro? I numeri sono dalla sua parte e forse proprio per questo motivo la conduttrice napoletana si è lasciata andare ad un bagno di (poca) umiltà rivendicando l’importanza della sua presenza a canale 5, rete alla quale da lungo tempo ha giurato fedeltà.

Foto Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>