Kim Rossi Stuart contrario al matrimonio, ma voglio il secondo figlio

di Emma 869 views0

Ha presentato a Venezia 73 il suo secondo film da regista Tommaso (dopo Anche libero va bene) e Kim Rossi Stuart è apparso in splendida forma accanto alla compagna, l’attrice Ilaria Spada.


È con lei che quattro anni or sono è scattato il colpo di fulmine durante una cena a casa dell’amica comune Caterina Balivo: in pochissimo tempo la coppia ha messo su famiglia con l’arrivo di Ettore e l’attore, sembra non essere intenzionato a fermarsi a quota uno.

Mi piacerebbe una famiglia numerosa, pensiamo di avere almeno un altro figlio e poi io impazzirei per una femminuccia, ma stiamo ancora recuperando le energie. Tra notti insonni e fatiche fisiche, i primi anni di un bimbo sono un’impresa!

Ha spiegato intervistato dal settimanale F. Sì alla famiglia numerosa, ma l’attore romano sembra essere particolarmente restìo al matrimonio.

Quando si fa una scelta si mette un’etichetta, io di solito non la metto, perché so che quello che conta è l’anima.

D’altra parte l’attore sembra innamoratissimo della compagna, una donna in grado di consigliarlo che lo affascina con la sua complessità e che gli ha insegnato almeno due cose importanti nella vita di tutti i giorni.

KIM ROSSI STUART, IN QUESTI ANNI MI SONO DEDICATO A MIO FIGLIO

Mi ha trasmesso il senso ludico della vita, il lasciarsi andare, il divertirsi con leggerezza. E poi le confesso un dettaglio del nostro quotidiano: io ho abitudini spartane, fosse per me butterei due ciotole in tavola e inviterei gli amici a cena. Lei no: imbandisce tutto, ha un gusto ricercato, apparecchia con la cristalleria e così mi ha insegnato ad apprezzare quell’eleganza.

E se la vita di coppia con Ilaria Spada va alla grande è anche merito della dedizione assoluta che come genitori nutrono nei confronti del figlioletto Ettore. In attesa di allargare la famiglia.

photo credits| instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>