Laura Chiatti, nessuna proposta dal Festival di Sanremo

di Emma 99 views0

Salire sul palco del Festival di Sanremo? È come lavorare per Woody Allen. Parola di Laura Chiatti che intervistata da La Stampa ha svelato il suo sogno di salire sul palco dell’Ariston.

Il nome dell’attrice umbra come valletta nel prossimo Festival della canzone italiana, circola già da qualche tempo a questa parte, anche se per il momento non sono arrivate conferme o smentite.

A chiarire le cose però ci ha pensato proprio l’attrice che ha detto di non aver ancora ricevuto alcuna proposta concreta.

La verità è che fino ad oggi non ha ricevuto nessuna proposta.

Ha detto sperando però che la proposta possa effettivamente arrivare.

Ci penserei volentieri. La mia prima passione è il canto, studiato fin da piccola. Fabio Fazio mi chiamò a Sanremo per duettare con Al Bano: un sogno per me che da ragazzina mi vestivo da Romina per cantare Felicità. Fu come se mi avesse scritturato Woody Allen per un film. Sanremo è stato anche uno dei primi momenti in cui mi sono sentita a mio agio in tv, prima soffrivo d’ansia.

LAURA CHIATTI, CON MARCO BOCCI È STATO COLPO DI FULMINE

Ha spiegato l’attrice che in effetti nel 2013 ha già debuttato all’Ariston cantando con Al Bano senza nascondere che la sua prima vera passione è sempre stato il canto (ha anche doppiato il personaggio di Rapunzel interpretando le canzoni nell’omonimo film Disney). E se l’ingaggio per il Festival vale più di una scrittura di Woody Allen per l’attrice che ha calcato anche il red carpet del Festival di Cannes, per il momento la Chiatti è anche tornata al cinema come protagonista del nuovo film di Leonardo Pieraccioni, Il professor Cenerentolo e si dedica alla famiglia composta dal marito Marco Bocci (con cui ha smentito ogni ombra di crisi) e dall’amatissimo figlioletti Enea che a gennaio compirà due anni.

Photo Credits | INSTAGRAM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>