Marco Mengoni, mi sento un uomo libero

di Eleonora Costa 141 views0

Marco Mengoni è stato ospite di Radio Italia e ai microfoni di paola Gallo si è raccontato a ruota libera. Partendo dalla fortuna che ha, ovvero quello di poter fare musica e di sentirsi per questo un uomo libero.

Mi sento libero di cantare quello che voglio e di mettere nei miei testi quello che voglio, anche se il concetto di libertà è molto più complesso da affrontare. C’è sempre un minimo di compromesso, la libertà è anche un po’ quella di poter scegliere il compromesso. In quello che faccio c’è un 80% di libertà che penso sia già incredibile nel mio mestiere

MARCO MENGONI, ECCO COSA PROVAVO QUANDO ERO 95 CHILI

Tantissime, oltre 17 milioni, le visualizzazioni online raccolte dal cantante di Viterbo. Marco Mengoni è felice e dice che il merito è tutto di chi lo segue con grande affetto.

Datemi una calcolatrice. Sono numeri pazzeschi, riguardano me ma più che altro riguardano il pubblico che sta qui e che ci sta guardando da casa. A me piace quando si commenta e si giudica un disco, il fatto dei numeri è una cosa positiva perché senti che hai ancora un pubblico molto forte che ti segue. I numeri sono loro, più che miei, è colpa loro, io mene lavo le mani

Poi il cantante svela un errore nel suo singolo Ti Ho voluto bene veramente:

All’interno del pezzo non esiste la frase ‘ti ho voluto bene veramente’ al passato. Nel testo è al presente, dice ‘perché ti voglio bene veramente’. In verità è un errore. Il primo file che abbiamo aperto sul software si chiamava ‘Ti ho voluto bene veramente’ e, anche se poi la frase è cambiata, io ho voluto tenere il titolo così perché questa cosa mi piaceva

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>