Gwyneth Paltrow e Chris Martin, siamo come due fratelli

di Fabiana 118 views0

Gwyneth Paltrow e Chris Martin hanno trovato l’equilibrio perfetto diventando un vero e proprio esempio per tutti i divorziati.

Dopo dieci anni di matrimonio e la nascita di due figli, Apple e Moses, la coppia ha annunciato la separazione nella primavera del 2014 confermando le voci che li volevano in crisi già da qualche tempo a questa parte. Eppure il loro “disaccoppiamento consapevole” sembra funzionare alla grande.

Siamo ancora una famiglia, anche se non abbiamo più una relazione romantica. Adesso è come se lui fosse mio fratello.

Ha raccontato l’attrice intervistata da Glamour facendo il punto della situazione con l’ex marito con cui ha mantenuto ottimi rapporti.

Trascorriamo un sacco di tempo insieme. Non è che continuiamo a vivere tutti insieme, ma Chris è il benvenuto ogni volta che vuole. E viceversa. Dormo molto spesso nella sua casa di Malibu con i bambini. 
Di recente è stato via due settimane per promuovere il nuovo disco e quando è tornato in piena notte ha dormito da noi, così da poter fare una sorpresa ai bambini appena svegli.

Ha detto l’attrice che pare aver finalmente metabolizzato la fine del matrimonio con Martin. Solo qualche mese fa aveva chiaramente ammesso che la fine del suo matrimonio era stato il fallimento più grande della sua vita.

È stato molto difficile per me accettare di non essere in grado di rimanere sposata con il padre dei miei figli per tutta la vita.

GWYNETH PALTROW, IL DIVORZIO È STATO IL MIO PIU’ GRANDE FALLIMENTO

Aveva detto l’attrice dimostrando una certa fragilità: da qualche tempo però sembra essersi rifatta una vita sentimentale accanto a Brad Falachuk, sceneggiatore di Glee con cui fa coppia da qualche tempo a questa parte mentre Martin è felicissimo accanto all’attrice Annabelle Wallis, la sua nuova fiamma.

Photo Credits | Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>