Gwyneth Paltrow, il divorzio è stato il mio più grosso fallimento

di Fabiana 67 views0

Gwyneth Paltrow e Chris Martin hanno annunciato più o meno a sorpresa il loro divorzio consensuale circa un anno e mezzo fa.

La coppia ha spiegato di aver preso insieme la decisione di lasciarsi, ma di essere rimasti in ottimi rapporti per il bene dei figli e nonostante entrambi sembrano aver superato brillantemente la separazione, a distanza di qualche tempo la Paltrow torna sull’argomento spiazzando tutti.

Recentemente intervistata in occasione di un evento mondano, l’attrice ha detto chiaramente che considera il suo matrimonio finito un grosso fallimento.

Vengo da una tribù di persone che continuano a rimanere sposate. I miei genitori lo sono stati fino alla morte di mio padre. Così io non ho mai avuto una cultura del divorzio e ho sempre nutrito grandi speranze per quello che la mia vita poteva essere. È stato molto difficile per me accettare di non essere in grado di rimanere sposata con il padre dei miei figli per tutta la vita. Ho dovuto rivalutare tutto quello che pensavo su di me, su di noi, e su ciò che ci stava succedendo.

CHRIS MARTIN, MAI STATO COSI’ FELICE

Ha spiegato l’attrice lasciandosi andare a un momento forse di sincerità, forse di debolezza, ma di certo suscitando un certo interesse con la sua riposta inaspettata. Nonostante il suo rammarico, l’attrice ha ritrovato il sorriso accanto al suo nuovo compagno Brad Falchuk, produttore di Glee e d’altra parte lo stesso Chris Martin aveva sorpreso tutti e forse anche la sua ex moglie nel corso di una recente intervista.

Non sono mai stato così felice come adesso.

Aveva confessato il cantante spiegando di vivere una specie di momento di grazia. Merito anche della nuova fiamma, l’attrice Annabelle Wallis, praticamente la sosia più giovane di Gwyneth Paltrow?

Photo Credits | Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>