Carla Fracci, ecco cosa penso della imitazione di Virginia Raffaele a Sanremo

di Gianni Puglisi 141 views0

Tra le imitazioni di Virginia Raffaele a Sanremo c’è stata anche quella di Carla Fracci, etoile italiana famosa in tutto il mondo. La ballerina è stata ieri ospite di Pomeriggio 5 e, intervistata da Barbara D’Urso, ha detto la sua in merito alla comica romana che l’ha presa di mira nel corso dell’ultimo Festival.

Cosa pensa Carla Fracci di Virginia Raffaele che, sul palco dell’Ariston, si è resa protagonista della sua parodia? Solo belle cose. La ballerina dice di avere vissuto la scelta della comica molto positivamente, vedendola come un omaggio alla sua figura. Nessun tipo di critica dunque nei confronti della parodia confezionata sul suo personaggio ma solo tanti complimenti. Ecco le parole di Carla Fracci a Pomeriggio 5:

Non sapevo dell’imitazione di Virginia Raffaele a Sanremo. Ero a casa di mio figlio con i nipotini. La tata di Francesco ha chiamato da casa sua, dicendoci: “Accendete la tv che la signora è a Sanremo!”. Non ho visto l’ingresso, l’ho visto in seguito, ma ho trovato l’imitazione di Virginia Raffaele straordinaria. L’ho letto come un omaggio a me. L’ho chiamata al telefono e ho saputo che anche lei ha fatto danza. Ha un’ironia sottile. E’ un’artista

SANREMO 2016, SABRINA FERILLI E L’IMITAZIONE DI VIRGINIA RAFFAELE, È LA NUMERO UNO!

Poi Carla Fracci rievoca i tempi degli inizi:

Quando andai alla Scala, non sapevo cosa fosse. Ero abituata alla campagna, alla libertà della natura. Fu una bella lezione. Da quando danzo? Ormai i conti non li faccio più! Ho cominciato a 10 anni e da lì ho resistito. I primi anni, ero un disastro. Sentivo la nostalgia della campagna. Trovavo gli esercizi alla sbarra noiosi. Poi, ci sono le luce che si accendono e la mia si accese con Margot Fonteyn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>