Selvaggia Lucarelli su Facebook difende Carolyn Smith

di Anna Maria Cantarella 1.110 views0

Sempre polemiche a “Ballando con le Stelle” e adesso tocca a Carolyn Smith ricevere le accuse e i commenti negativi del web, che si è scagliato contro di lei per la sua decisione di salvare Giuliana De Sio – da molti considerata incapace di ballare – e sacrificare invece le altre coppie che forse erano più meritevoli.

SELVAGGIA LUCARELLI CONTRO MORGAN DOPO AMICI 16

Dopo la decisione di Carolyn in puntata, in molti si sono scagliati contro di lei con commenti negativi e di cattivo gusto. A difendere Carolyn ci pensa Selvaggia Lucarelli che in lungo post su Facebook ribadisce che la decisione di Carolyn, sebbene molto contradditoria rispetto al suo ruolo di giudice con più competenze tecniche, va rispettata e va data a Carolyn la possibilità di spiegarsi senza inveire contro di lei con volgarità:

SELVAGGIA LUCARELLI ATTACCATA DA UN CONCORRENTE DI ECCEZIONALE VERAMENTE

Non ero d’accordo con la decisione di Carolyn di salvare la De Sio (e l’ho espresso apertamente in puntata) e per una ragione semplice. Non solo perché Giuliana, ahimè, non balla, ma perché se vogliamo parlare di “percorso” (detesto questa parola da talent) il percorso più degno di nota non può essere “entrava incazzata, ora sorride”, bensì “è entrato che non ballava, ora balla e pure bene”. (e secondo me Palmese era quello che incarnava di più questo secondo ragionamento). Tutto qui.

[…] Detto questo, Carolyn è il giudice dei giudici e fa come le pare. In fondo, ha fatto consapevolmente una scelta controversa e probabilmente ingiusta sul piano del ballo, ma ci ha messo la faccia. Avrà fatto considerazioni che magari ci spiegherà meglio la prossima puntata e se c’è qualcuno che dovrà o vorrà lamentarsi sono i concorrenti penalizzati dalla sua scelta.
Insultarla è, come sempre, da beceri, tanto più che come sempre accaduto a Ballando con le stelle, i primi tre classificati saranno senz’altro concorrenti che sanno ballare.
Il tempo è galantuomo, senz’altro più di molti commentatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>