Royal Baby 2, tre gli ospedali in allerta

di Fabiana 31 views0

L’attesa per il Royal Baby numero 2 di William e Kate cresce sempre di più: ormai siamo davvero vicini al parto dato che era stata la Duchessa di Cambridge a rivelare la presunta data del parto che doveva cadere a metà-fine aprile.

I bookies ormai sono scatenati da settimane sia per il sesso del nascituro (dovrebbe essere una femminuccia), sia per nomi (Alice, Charlotte o Elizabeth sino in pole position), ma anche sul look di Kate all’uscita dell’ospedale.

Intanto l’ospedale londinese del St. Mary (Kate dovrebbe partorire alla Lindo Wing) sono off limits dal 16 aprile in vista del ricovero della Duchessa anche se stavolta, a differenza della nascita di George, si è evitato il capannello di paparazzi appostati davanti alla struttura.

KATE MIDDLETON L’OSPEDALE DI LONDRA È BLINDATO

Nonostante tutto sia pronto non manca però il cosiddetto piano B: se William non intende allontanarsi da Londra in questo periodo è anche vero che sono stati allertati altri due ospedali oltre al St.Mary.

Secondo il Sun sarebbero state organizzate per il lieto evento anche il King’s Lynn e il Reading, che si trovano vicino alla casa di campagna di Kate nel Norfolk e vicino alla casa dei Middleton nel Bucks. Se Kate dovesse trovarsi nei paraggi potrebbe essere ricoverata in uno dei due ospedali diversi da quello londinese se il secondo royal baby dovesse nascere fuori Londra si tratterebbe di una piccola rottura della tradizione dato che l’ultimo reale britannico nato fuori Londra fu la principessa Margaret, sorella della regina Elisabetta nata in Scozia. E forse la cosa non sarebbe troppo gradita proprio alla sovrana, ma per il momento non si può fare altro che attendere il lieto evento.

PHOTO CREDITS|GETTY IMAGES

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>