Elisa Isoardi e Matteo Salvini, è rottura

di Fabiana 129 views0

Sarebbe calato definitivamente il sipario sulla storia d’amore fra la conduttrice Elisa Isoardi e il segretario della Lega Matteo Salvini.

Almeno stando alle indiscrezioni lanciate da Alberto Dandolo di Dagospia.

E il gelo è sceso anche tra la coppia Salvini – Isoardi. Tra i due pare si siano messe di mezzo due persone. Una bionda e un moro. Come andrà a finire? Ah saperlo…

Scrive Dagospia anticipando quella che sembra essere la parola “fine” sulla relazione fra la Isoardi e Salvini. A mettersi in mezzo poi ci sarebbero stati un terzo e un quarto incomodo a quanto pare: d’altra parte le voci della crisi della loro storia si rincorrevano ormai da qualche giorno a questa parte. Era stato sempre Dandolo a spifferare del momento difficile causato in particolare dalle scarse attenzione che la Isoardi riceveva da Salvini sempre impegnato in campagna elettorale.

Stanca della situazione la conduttrice avrebbe cominciato a guardarsi intorno e sarebbe stata vista in atteggiamenti intimi con un noto imprenditore nel corso di un evento pubblico.

ELISA ISOARDI E MATTEO SALVINI, È ROTTURA?

E se l’imprenditore potrebbe essere essere il famoso moro citato da Dandolo, è anche vero che anche Salvini si sarebbe guardato intorno e sarebbe rimasto irretito da una bionda la cui identità resta al momento sconosciuta.

Quel che è certo è che la storia fra la Isoardi e Salvini è sempre andata avanti fra alti e bassi: se poche settimane fa Chi aveva paparazzato il primo bacio della coppia nella notte milanese, è anche vero che Salvini non aveva mai voluto commentare nulla. D’altro avviso era stata invece la Isoardi che aveva ammesso la frequentazione con il segretario della Lega. Evidentemente scatenando anche le sue lamentele.

Photo Credits | CHI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>