Margaret Keenan e la bufala sui vaccini covid

di Gio Tuzzi 474 views0

Il curioso caso di Margaret Keenan, la donna apparsa in un servizio della CNN ed indicata come primo paziente del Regno Unito ad usufruire del vaccino anti-covid nello scorso 22 ottobre. Ma ieri 8 dicembre sembra essere emerso una fake news al riguardo.

A quanto pare nonostante la signora abbia la veneranda età di 90 anni, sembrerebbe essere comunque un’attrice preposta per il ruolo. Questo ovviamente ha fatto gola a tutti i negazionisti e complottisti della nostra piatta terra. In ogni caso la bufala sembra più intricata di quel che sembra.

Bisogna fare qualche passo indietro per ricostruire tutta la fake news ed andare a ritroso proprio nella data indicata per il servizio in questione, ovvero al 22 novembre. In questa data una signora anziana, di cui non compariva nemmeno nel nome, si sottopone al primo vaccino contro il coronavirus nel Regno Unito. Peccato però che la notizia sia stata strumentalizata dai diffusori di fake news ed in particolar modo i novax e negazionisti del caso.

Nella data di ieri hanno farcito la notizia con accuse rivolte verso la donna, che viene descritta come un’attrice preposta al ruolo e non come una reale paziente che sta ricevendo il vaccino. La donna in foto altro non era che una paziente mostrata durante un servizio della BBC che parlava dei problemi legati al coronavirus e che qualche simpaticone ha utilizzato per smentire la notizia del primo vaccino. Insomma un’intrecciata fake news di una fake news condita da fake news. Venirne a capo non è semplice, infatti vi invitiamo ad utilizzare il link usato come fonte di questo articolo per provare a ricostruire meglio la vicenda

Quello che sappiamo per certo è che Margaret NON È la prima donna del Regno Unito che ha ricevuto il vaccino, che questo sia ben chiaro. Ma semplicemente come tutti noi, anche lei è vittima resa partecipe addirittura di questa Bufala assolutamente da smentire. Insomma questo per farvi capire che livelli bassi hanno raggiunto i negazionisti pur di sostenere le loro ignobili idee, arrivare ad utilizzare una persona anziana per questo scopo è veramente una mossa stupida e meschina. Non vi preoccupate che internet ci arriva sempre.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>