Tommaso Zorzi fermato dai poliziotti perché indossava una borsa

Davvero curioso quanto accaduto nelle ultime ore a Tommaso Zorzi, ritrovatosi ad affrontare un incontro piuttosto imbarazzante con alcuni poliziotti mentre si trovava per le strade di Milano.

E’stato lo stesso influencer e personaggio ormai noto anche agli amanti del piccolo schermo a voler raccontare tutto ciò che gli è accaduto in un tranquillo pomeriggio milanese.

Cos’è accaduto a Tommaso Zorzi a Milano?

Tommaso stava passeggiando per le strade di Milano per recarsi nell’ufficio della sua agenzia, ma improvvisamente ha notato degli sguardi piuttosto insistenti da parte di tre poliziotti. Dopo un po’ quest’ultimi si sono avvicinati a lui per porgli alcune domande sulla borsetta che stava indossando. Gli hanno chiesto se fosse sua, dove e quando l’avesse acquistata ed infine il prezzo.

Domande da interrogatorio che hanno mandato un bel po’ su tutte le furie Tommaso Zorzi che immediatamente ha voluto raccontare tale episodio attraverso le storie di Instagram. In poche parole i poliziotti avevano avuto il sospetto che Zorzi avesse attuato uno scippo, che quindi quella borsa fosse di proprietà di una donna. L’eccentrico influencer non ha accettato che ormai nel 2022 ci siano ancora persone che possano pensare che gli uomini non debbano indossare una borsa femminile.

La grande amarezza di Tommaso Zorzi

Questo episodio spiacevole gli ha creato un enorme disagio e ha voluto immediatamente denunciare sui social l’accaduto. Pensare che fosse uno scippatore lo ha non poco turbato, ancor di più perché non si è sentito libero di poter indossare un accessorio che ormai da tempo fa parte del suo stile. Non è raro insomma beccare per le strade milanesi Zorzi con una borsa, anzi è un accessorio di moda che ama in tutte le sue forme, eppure per molti risulta essere ancora strano vedere un uomo indossarlo.

Fa ancora più strano che ciò sia capitato in una metropoli come Milano, dove la libertà di espressione è sempre stata un elemento di spicco per questa città, pronta insomma ad accogliere tutti senza alcun tipo di distinzione. Milano è la capitale della moda, si può assistere per strada ai look più stravaganti, eccentrici e trasgressivi, eppure fa ancora rumore un uomo che indossa una borsa. Tommaso Zorzi ha espresso tutta la sua grande amarezza a riguardo e spera vivamente che ciò non si possa verificare più. La sua testimonianza deve far rumore perché nel 2022 non si può essere ancora così ristretti mentalmente e soprattutto limitare la libertà di espressione di ognuno di noi. Siamo tutti esseri umani che hanno il diritto di vivere secondo i propri gusti.

Lascia un commento