Valeria Marini-Giovanni Cottone, la separazione è una trovata mediatica?

di Fabiana 53 views0


Diciamo pure che la consegna è stata veloce, ma motivata ed efficace. A guadagnarsi il Tapiro d’Oro di Striscia la notizia è stata Valeria Marini, intercettata dall’inviato Valerio Staffelli che ha chiesto delucidazioni in merito alla separazione dal marito Giovanni Cottone.
La notizia della separazione della showgirl sarda e dell’imprenditore dopo appena un anno di matrimonio ha conquistato da qualche giorno a questa parte il gossip, ma a questo punto sorge il dubbio.

Che si sia trattata di un’operazione mediatica? Se così fosse l’escamotage avrebbe sortito i suoi effetti perché da giorni ci si chiede se la Marini e il marito abbiano davvero consumato il matrimonio. Lei dice di no (punterebbe all’annullamento della Sacra Rota), lui la smentisce. Lei gli getta fango addosso parlando dei suoi problemi finanziari e di come sia bruscamente cambiato dopo il matrimonio, lui la sbugiarda. Lei va in vacanza e soffre per amore dimagrendo a vista d’occhio di 5 chili. Insomma dove starà la verità? Certo è che Staffelli ha incontrato Cottone mentre rientrava a casa con le buste della spese: l’imprenditore ha spiegato che in questo momento non condivide lo stesso tetto con la moglie, ma che nonostante tutto non intende ricorrere a vie legali per annullare il matrimonio. Almeno per adesso.

VALERIA MARINI, ECCO PERCHÈ IL MIO MATRIMONIO È FINITO

Dodici ore dopo però Staffelli è ancora lì e incontra Valeria Marini che esce dallo stesso stabile con tanto di bodyguard a seguito. Insomma che l’idea delle nozze annullate sia fasulla? Lei però replica con poche, secche parole. “È un argomento serio. È tutto vero. Ci vogliamo comunque bene e abbiamo trovato un punto d’accordo”. Meno male. Di certo la coppia si è attirata più di qualche riflettore addosso in questi giorni.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>