Valeria Marini, ecco perché il mio matrimonio è finito

di Fabiana 137 views0

Qualche giorno fa lo scoop: Valeria Marini e Giovanni Cottone si stanno separando a meno di un anno dalle nozze celebrate in diretta tv e in pompa magna lo scorso 5 maggio presso la Basilica dell’Ara Coeli a Roma davanti a 700 invitati.
La crisi fra la showgirl e il manager era nell’aria da qualche tempo, ma pare che la strada della separazione non sia così facile.

A svelare i dettagli della rottura adesso è proprio Valeria Marini che ha raccontato come il suo matrimonio avesse mostrato fin da subito problemi di carattere economico e di coppia.
Cottone aveva celato alla moglie i suoi guai finanziari e lei è anche stata pronta ad aiutarlo dopo averli scoperti nella rassegna di Google, ma a svelare il scoop è proprio Valeria Marini che ha dichiarato “il vero problema riguardava noi due: il nostro matrimonio non è mai stato consumato. Incredibile, vero?”.

Incredibile, ma vero tanto che ci sarebbe in ballo anche la possibilità di poter chiedere l’annullamento alla Sacra Rota. La Marini inoltre spiega che l’atteggiamento del neo marito fosse improvvisamente cambiato fin dalla mattina successiva alle nozze quando lui svelò il suo vero carattere dimostrando disinteresse nei confronti della famiglia della showgirl.

DIVORZIO MARINI-COTTONE, LA COLPA DI ANTONIO BROSIO?

Insomma Valeria ha scoperto solo dopo di aver sposato un uomo dall’atteggiamento aggressivo e arrogante e a far degenerare la situazione sono stati anche gli attriti che l’imprenditore ha mostrato di avere con la famiglia della showgirl cui lei è legatissima. E adesso sembra che Cottone non voglia neppure presentarsi in Tribunale anche se l’accordo era stato firmato già lo scorso 16 aprile.

Photo Credits | INSTAGRAM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>