Raffaella Fico, sono stufa di essere sempre fraintesa

di Ma.Ma. 47 views0

Raffaella Fico è stufa di essere fraintesa: lo dice apertamente in occasione della ospitata (l’ennesima) a Domenica Live, il programma di Barbara D’Urso in onda su canale 5. Non fa nemmeno in tempo a sedersi che subito la napoletana punta il dito contro i media, colpevoli di metterle in bocca parole che lei non ha mai pronunciato.

E il riferimento, inevitabilmente, è alla gaffe fatta poco più di un mese fa quando Raffaella Fico si rese protagonista di dichiarazioni piuttosto sgradevoli sul fatto che sua figlia Pia dovesse viaggiare per forza di cose in prima classe essendo figlia di un calciatore (Mario Balotelli, nello specifico).

RAFFAELLA FICO A MATTINO 5: PIA NON VIAGGERÀ IN SECONDA CLASSE GUARDANDO GLI ALTRI IN PRIMA

Si alzò un polverone, con Raffaella Fico accusata di essere classista. La napoletana è tornata ieri sulla vicenda, rivolgendosi a Barbara D’Urso che sempre le ha dato modo di difendersi in questo periodo di pressione esterna. “E’ successo che durante una conversazione telefonica è stata estrapolata una mia frase: io sono la prima a viaggiare in seconda classe. In futuro però, se io non potrò permettermi qualcosa, ci potrà essere il papà, no? Ho detto semplicemente questo ma purtroppo basta che io dica una cosa, e vengo subito attaccata anche se quella cosa lì io non l’ho detta davvero. Io voglio solo il meglio per mia figlia, come tutte le mamme. E spero che Pia cresca coi miei stessi valori“.

Questione chiusa? Sì almeno per il momento, ma si sa che la ex compagna di Mario Balotelli oggi felicemente fidanzata con Gianluca Tozzi, ogni poco ne inventa una. E allora quale sarà la prossima dichiarazione che scatenerà il gossip? Basterà avere un po’ di pazienza e presto il mistero sarà svelato: d’altronde Raffaella Fico sa come fare parlare di lei, nel bene e nel male…

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>